Guida alla ricarica del 9 x 21

di Sergio Orselli          

9×21 IMI – foto p.g.c. di Christian Demma

 

In questo articolo illustrerò la mia esperienza riguardo la ricarica delle cartucce in calibro 9×21.

Come tutti sanno il nostro paese è l’unico in cui questo calibro ha trovato una larghissima diffusione a causa dell’incomprensibile proibizione all’uso del calibro 9×19 (detto anche 9 para o 9 luger). A causa di ciò le ditte produttrici di matrici per ricarica (DIES), non trovano utile produrne una specifica per il 9×21, dichiarando quelle per il 9×19 perfettamente compatibili. Questo NON è rigorosamente esatto, sorgono piccole differenze sull’aspetto della cartuccia finita che dimostrano la non perfetta compatibilità delle attrezzature.

 

Anche se non viene prodotto un DIE ricalibratore specifico per il 9×21, è possibile ottenere un ottimo risultato combinando una ricalibratura parziale tramite il DIE per il 9×19 con la ricalibratura finale fornita dal DIE denominato “Factory Crimp” dell’azienda LEE Precision.
Di seguito indicherò molto schematicamente le 4 fasi necessarie per ricaricare correttamente una cartuccia in calibro 9×21. Per le fasi 1, 2 e 3, si possono utilizzare praticamente tutte le marche di DIES in commercio, anche se ho testato personalmente soltanto quelli di marca LEE, RCBS e REDDINGS. Per la fase 4 si deve obbligatoriamente usare il DIE Factory Crimp della LEE Precision, l’unico in commercio con queste caratteristiche.

 

Confronto 9x19 (A) e 9x21 (B)

 

LE QUATTRO FASI OPERATIVE
1) PRIMO DIE – RICALIBRATURA E DECAPSULATURA (sizing/decapping die)

1a)
– Inserire lo shell holder (porta-bossolo) nel pistone della pressa.
– Alzare completamente il pistone.

1b)
– Avvitare il primo DIE fino a che non va a contatto con lo shell holder vuoto.
– Poi svitarlo di 1 giro in modo che si sollevi di circa 2 millimetri (che poi è la differenza tra 9×19 e 9×21), probabilmente occorrerà regolare anche lo spillo decapsulatore abbassandolo.

Nota: Ricalibrando un bossolo 9×21 alzando il die ricalibratore di 1 giro, si ottiene la stessa ricalibratura di un bossolo 9×19 con il die a contatto con lo shell holder. Infatti il die si alza di circa 2 mm rispetto allo shell holder e quindi compensa la differenza di lunghezza tra il 9×19 ed il 9×21.

Questa regolazione funziona perfettamente con le palle blindate che sono trafilate a 0,355 pollici. Se ricaricate utilizzando delle palle in piombo trafilate a 0,356 pollici è consigliabile alzare il die ricalibratore di 1,5 giri (circa 3mm) in modo da ottenere una cartuccia assolutamente priva di imperfazioni. In entrambi i casi avrete delle cartuccie sicure e perfette dal punto di vista geometrico.

1c)
– Stringere il dado di fissaggio del DIE alla pressa e se è presente bloccalo con l’apposito grano. Nei DIES della LEE Precision il grano di bloccaggio del dado non è presente, si consiglia di inserirlo filettando il dado di fissaggio del DIE stesso.

1d)
– Il primo DIE è regolato. Si può procedere alla ricalibratura e decapsulatura di tutti i bossoli.
– In genere dopo la ricalibratura si inserisce anche il nuovo innesco

Nota: in questa prima fase i bossoli saranno ricalibrati dalla bocca fino a circa i 3/4 della lunghezza. L’ultimo tratto verrà ricalibrato dal 4° DIE (Factory Crimp della LEE Precision).

Resizer/decapping die

2) SECONDO DIE – SVASATURA DELLA BOCCA DEL BOSSOLO (expander die)

2a)
– Togliere il primo DIE ed inserire un bossolo ricalibrato in sede.
– Sollevare completamente il pistone.

2b)
– Avvitare nella pressa il 2° DIE fino a che si comincia a sentire una certa resistenza (la matrice è venuta a contatto con la bocca del bossolo).

2c)
– Abbassare il pistone.
– Avvitare il DIE di mezzo giro.

2d)
– Sollevare il pistone fino in fondo in modo da avvertire la svasatura del bossolo.

2e)
– Controllare con una ogiva se la svasatura è sufficiente.
– Se necessario ripetere le operazioni 2c e 2d fino a che la palla non imbocca sufficientemente il bossolo.

2f)
– Ottenuto il giusto grado di svasatura, stringere il dado di fissaggio del DIE alla pressa e se è presente bloccalo con l’apposito grano.

2g)
– Il secondo DIE è regolato. Si può procedere alla svasatura di tutti i bossoli.

Attenzione ! – Le istruzioni originali del DIE si riferiscono ad un bossolo di lunghezza 19 mm e non 21mm come i nostri. Per la sua regolazione prestare particolare attenzione: seguendo le istruzioni originali si rischia di rovinare il bossolo.

Expander die

>>> Nota: a questo punto delle operazioni di ricarica occorre inserire la polvere da sparo nei bossoli. Non trattiamo ora questo argomento sia per la sua complessità e sia perché esula dagli scopi di questo articolo.

3) TERZO DIE – INSERIMENTO DELLA PALLA, SENZA CRIMPARE (seater die)

Dopo aver caricato la polvere da sparo in tutti i bossoli, occorre inserire l’ogiva. In genere il terzo DIE oltre ad inserire la palla, crimpa contemporaneamente il bossolo. A noi occorre soltanto la funzione di inserimento dell’ogiva in quanto lasceremo l’operazione di crimpatura al 4° DIE.

3a)
– Togliere il secondo DIE ed inserire un bossolo svasato in sede.
– Alzare il pistone al massimo.

3b)
– Avvitare il terzo DIE fino a che non si sente una certa resistenza, a questo punto il DIE comincia a crimpare.
– Svitare il DIE di 1 giro in modo da evitare la crimpatura del bossolo.
– Stringere il dado di fissaggio del DIE alla pressa e se è presente bloccalo con l’apposito grano.

3c)
– Svitare quasi completamente la vite di regolazione della profondità di inserimento della palla.
– Abbassare il pistone ed appoggiare un’ogiva alla bocca del bossolo.
– Alzare il pistone al massimo.
– Avvitare la vite di regolazione della profondità di inserimento della palla fino a che non viene a contatto con la palla stessa bloccandosi.

3d)
– Abbassare il pistone.
– Avvitare la vite di regolazione della profondità di inserimento della palla di 1 giro.

3e)
– Alzare il pistone in modo da inserire la palla nel bossolo.
– Abbassare il pistone e controllare il giusto inserimento della palla.

3f)
– Occorrerà ripetere più volte le operazioni 3d e 3e fino a che la palla risulterà correttamente inserita nel bossolo.

Attenzione ! – controllate attentamente la lunghezza della cartuccia (OAL). Una palla inserita troppo profondamente fa aumentare le pressioni interne.

3g)
– Il terzo DIE è regolato. Si può procedere al montaggio delle ogive su tutti i bossoli.

Attenzione ! – le istruzioni originali del DIE si riferiscono ad un bossolo di lunghezza 19mm e non 21mm come i nostri. Occorre tenerne conto se decidiamo di procedere anche alla crimpatura con questo DIE.

Seater die

4) QUARTO DIE – RICALIBRATURA FINALE E CRIMPATURA (Factory Crimp della LEE Precision)

Per quest’ultima operazione utilizzeremo un DIE prodotto dalla ditta LEE Precision denominato Fatory Crimp. Anche se questo DIE è indispensabile per ottenere una buona geometria delle cartucce in calibro 9×21, utilizzato con altri calibri può procurare più problemi che benefici. Mi riferisco alla ricarica di cartucce di profilo parallelo (e non conico come il 9×21) ricaricate con ogive in piombo (e quindi sovradimensionate).

4a)
– Togliere il terzo DIE ed alzare il pistone della pressa senza la cartuccia.
– Avvitare il quarto DIE fino a che non tocca la shell holder vuoto.

4b)
– Stringere il dado di fissaggio del DIE alla pressa e se è presente bloccalo con l’apposito grano.

4c)
– Svitare la vite di regolazione della crimpatura quasi completamente.

4d)
– Abbassare il pistone e inserire una cartuccia da crimpare.

4e)
– Alzare il pistone al massimo. La resistenza che sentiremo deriva dall’operazione di ricalibratura della parte finale del bossolo.

4f)
– Con la cartuccia completamente inserita nel DIE, avvitare la vite di regolazione della crimpatura fino a che non si sente una decisa resistenza (l’anello di crimpatura è venuto a contatto con la bocca del bossolo).

4g)
– Abbassare il pistone.
– Avvitare la vite di regolazione della crimpatura di un mezzo giro per una crimpatura leggera fino ad un giro per una crimpatura pesante.
– Alzare il pistone per crimpare la cartuccia.

4h)
-Il quarto DIE Factory Crimp è regolato. Si può procedere alla crimpatura di tutte le cartucce.

Nota generale: per controllare la quantità di rotazione dei DIES e delle viti di regolazione si consiglia di segnare un riferimento con un pennarello indelebile.

Factory crimp die

Considerazioni finali

Provate a confrontare una cartuccia ricaricata seguendo alla lettera le quattro fasi operative ora descritte, con una cartuccia ricaricata senza utilizzare il quarto die e quindi ricalibrando fino in fondo il bossolo con il primo die. Osservate i due bossoli nella zona dove si inseriscono le ogive e notate come una delle due cartucce presenti un rigonfiamento solo laterale del bossolo. Questo difetto che evidenziano le cartucce ricaricate ricalibrando completamente solo col primo die, è più pronunciato se si utilizzano palle in piombo invece che palle blindate.

Non so se tale rigonfiamento possa influire in qualche modo sulla precisione del tiro, ma sicuramente non è presente né nelle cartucce di produzione industriale e nemmeno in quelle ricaricate utilizzando bossoli nuovi. Aggiungere una fase in più nelle operazioni di ricarica comporta tempi più lunghi a meno che
non utilizziate una pressa progressiva con almeno quattro stazioni (in questo caso è vivamente consigliato separare la fase di inserimento della palla dalla fase di crimpatura).Sta quindi a voi decidere se può valere la pena perdere un po’ di tempo per avere cartucce esteticamente migliori.

Naturalmente questo metodo per ricalibrare il 9×21 non è una mia invenzione, già da tempo ricaricatori esperti utilizzano il quarto die Factory Crimp per rifinire correttamente le cartuccie 9×21. Il problema è che questa tecnica non si trova descritta in nessun sito, per cui abbiamo pensato di colmare ora questa lacuna.

Confronto munizioni

Avviso di sicurezza

a ricarica delle munizioni può essere pericolosa se fatta in modo improprio. Coloro che non sono in grado di leggere e seguire esattamente queste istruzioni, non dovrebbero provare a ricaricare. Le munizioni ricaricate con queste informazioni devono essere usate soltanto in armi moderne ed in buone condizioni. Non siamo responsabili per le munizioni ricaricate con le nostre istruzioni in quanto non abbiamo nessun controllo sulla produzione o stoccaggio dei componenti e delle procedure e tecniche di ricarica. Gli inneschi e le polveri da sparo così come la benzina ed i fiammiferi, possono essere pericolosi se erroneamente maneggiati o usati in modo improprio.

-Adottate sempre le protezioni adeguate quando si ricarica: guanti e occhiali.
-Ricontrollare sempre il peso delle dosi di polvere in caso di dubbio.
-Non mescolare mai due tipi di polvere differenti (anche della stessa marca).
-Non fumare durante le operazioni di ricarica.
-Se avete qualche dubbio consultate un amico con maggiore esperienza oppure scrivete al blog di armiestrumenti.com.

L’unico responsabile di eventuali incidenti sei soltanto tu, non è mai una perdita di tempo realizzare cartucce sicure e accurate, si evitano incidenti e ci si diverte di più al poligono.

Buon divertimento!

_______________________

Glossario:
Die = matrice per ricalibrare
Shell Holder = portabossolo
crimp = crimpatura, operazione per stringere la bocca del bossolo in modo da trattenere l’ogiva

 


Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook !
 



Articoli correlati:

Le basi di una buona ricarica … Prove con Cheddite Granular S 9 x 21 – Risultati di una mia ricarica Ricarica e Cronografo
Le basi di una buona ricarica … Prove con Cheddite Granular S 9 x 21: i risultati di una mia ricarica Ricarica e Cronografo

 


 

– indice –

10 Commenti

  1. Pietro

    Complimenti davvero utile e completo. Ormai da anni uso questa procedura e confermo l’efficacia: le mie cartucce sono perfette, anche quelle con palla in lega. Anche l’occhio vuole la sua parte.
    Il vostro articolo descrive puntualmente la procedura, meglio di quanto avrei fatto io che la uso correntemente. Bravi.

  2. marco cristofani

    ottima spiegazione grazie molto ben fatta e utile anche per chi inizia ora come me

  3. Raffaele

    Ottimo articolo, letto e riletto.
    Domanda che vi pongo: navigando in rete ho sentito di un metodo di ricarica diverso per il 9×21 che prevede la sostituzione del primo die con il factory crimp + togli innesco (metodo nisckal video reperibili su youtube); mi chiedevo se fosse un metodo adottabile o rischioso.
    Un saluto

  4. Speedy

    Innanzi tutto ci scusiamo per il notevole ritardo nel risponderti…

    Il metodo Nisckal per la ricalibratura del bossolo in calibro 9×21 utilizza il factory crimp della LEE. a cui viene aggiunto uno spillo decapsulatore e viene modificato il tubicino per la crimpatura allo scopo di ricalibrare la prima parte del bossolo. Non entro nel dettaglio di tale soluzione che personalmente non amo moltissimo. Se hai a disposizione una progressiva con almeno 4 stazioni la soluzione che abbiamo proposto nell’articolo è perfetta. Se invece hai una Lee pro 1000 con sole 3 stazioni il metodo Nisckal può essere una soluzione.
    Ti segnalo che attualmente è in commercio un die ricalibratore 9X21 nominale prodotto in Italia dalla G.B.O.Reload e commercializzato da Bersagliomobile. Unico difetto: è costoso (credo 120Euro), ma come soluzione dovrebbe essere perfetta anche in una pressa a tre stazioni.

    Ciao,
    Sergio

  5. Raffaele

    Grazie Sergio, inizialmente ero incuriosito dal metodo Nisckal e dal fatto di ridurre a 3 passaggi la mia ricarica 9×21.
    Alla fine leggendo il tuo articolo e settando a dovere i miei dies sulla lee turret 4 fori ottengo delle munizioni perfette che se sommate alla pulizia dei bossoli che effettuo periodicamente non si distinguono dalle commerciali.
    Un sentito ringraziamento e ottimi articoli.
    Raffaele

  6. Mirko

    Salve. Da nuovo ricaricatore ho una domanda. Uso il kit Lee specifico per il 9×21,non 9×19, e chiedo gentilmente se il secondo die-ricalibratore- deve appoggiare sul shell holder come nel 9×19 o bisogna comunque svitarlo. Ho ricaricato solo 50 cartucce per prova seguendo le istruzioni da vari link pressochè uguali ma solo ora mi accorgo che citavano il kit in 9×19. Percio,mi ripeto, con lo specifico 9×21 devo appoggiare il secondo die al shell holder? Vi ringrazio e cordialmente saluto.
    Mirko.

  7. Sergio

    Caro Mirko, se sei in possesso del nuovo die ricalibratore della Lee specifico per il 9×21, allora devi regolare il primo die portandolo quasi a contatto dello shellholder. Non è necessario svitarlo in quanto è già studiato per non creare gli ormai famosi problemi di effetto clessidra.
    Devo però avvisarti che il die che possiedi non è al carburo di tungsteno ma in acciaio, per cui i bossoli prima di essere ricalibrati vanno lubrificati. Se non li lubrifichi oltre a rigare la pareti del die rischi che il bossolo si blocchi all’interno del die stesso. Ti consiglio inoltre di utilizzare un lubrificante adatto in quanto alcuni lubrificanti generici potrebbero “disattivarti” la polvere creando pericolose mancate o scarse accensioni.

  8. Alessandro

    Un lubrificante adatto…quale?
    Wd 40,vaselina,cosa?
    Grazie
    Alessandro Caserio
    Strambinello TO

  9. Speedy

    L’ideale è il lubrificante specifico per bossoli con il relativo tampone che si usa spesso con i bossoli per carabina.

  10. Davide

    Innanzi tutto complimenti per la guida ma al punto 4c) Svitare la vite di regolazione della crimpatura quasi completamente c’è un errore e dovrebbe essere la vite dell’inseritore palla ad essere svitata?

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA image
*